7.000 INVESTITORI CONTRO IL MONTE DEI PASCHI

1 Settembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

Sono quasi settemila in tutta Italia (6971 al 30 agosto) i risparmiatori che hanno gia’ provveduto alla messa in mora della banca Monte dei Paschi di
Siena e delle sue associate, chiedendo la risoluzione dei contratti ”4You-MyWay”, uno dei prodotti considerati ”bidone”. Lo riferisce l’ Aduc, l’ associazione di consumatori che li assiste legalmente.

”Si tratta – spiega L’ Aduc in una nota – di risparmiatori che non hanno voluto rivolgersi alla specifica commissione che il Monte dei Paschi ha istituito di concerto con altre associazioni di consumatori che, in incontri segreti, cercano di rivedere quei contratti che hanno avuto dei difetti di collocazione”.

L’Aduc non ha aderito a questa commissione ”perche’ – afferma – ritiene che, oltre ai vizi di collocamento, c’e’ un sostanziale problema nel prodotto in se’, concepito solo per fare guadagnare la banca, a dispetto, quindi, delle piu’ elementari norme del Testo Unico della Finanza, nonche’ del codice civile e penale (e’ bene ricordare che Consob e
Governatore Bankitalia, hanno gia’ espresso richieste d’indagine e condanne sullo specifico)”.

La messa in mora prevede l’ invio da parte del consumatore che ha sottoscritto il contratto di una raccomandata A/R con cui il risparmiatore fa presente alla banca le sue richieste per scindere il contratto, dando tempo 15 giorni per rispondere e minacciando in alternativa le vie legali.

Il passaggio alle iniziative giudiziarie (alcune gia’ avviate) – riferisce l’ Aduc – prendera’ il via dopo la ”riapertura” dei tribunali il prossimo 15 settembre.

La Toscana, con 2069 messe in mora, e’ al primo posto tra le regioni italiane per numero di iniziative contro il Monte dei Paschi. Ma il fenomeno e’ essenzialmente concentrato nel centro-sud: Banca121, che ha inventato il prodotto prima di essere acquistata dal Mps, era una banca della Puglia (732 le messe in mora, seconda, in tutt’ Italia, alla Toscana). Colpisce il dato di Ascoli Piceno (156): un ex-promotore finanziario di quella regione si e’ reso conto di cosa aveva venduto ed ha ricontattato molti suoi ex-clienti.