637 MILA ETTARI DI FORESTE DOC

20 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Trento, 20 mar – Si è tenuta a Tesero, in Val di Fiemme, l’assemblea annuale di PEFC -Italia, l’associazione che gestisce la certificazione forestale secondo il sistema PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes), di cui le Regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto e le Province Autonome di Bolzano e Trento sono soci fondatori. In Italia la certificazione PEFC interessa 637.800 ettari e 23.300 proprietari, attraverso 2 certificazioni regionali (Friuli Venezia Giulia e Trentino), 2 di gruppo (Alto Adige-Sudtirolo e Veneto) e 8 singole (tra cui i consorzi forestali dell’Amiata in Toscana e quello della Val di Susa in Piemonte). In particolare, la certificazione riguarda tutte le realtà dove in Italia si pratica una selvicoltura a fini produttivi: Friuli Venezia Giulia, Veneto e Trentino Alto Adige producono oltre 800.000 mc. di legname di conifere da opera, il 75% di quello prodotto in Italia. Sostenere la gestione forestale attiva e la produzione di legname – è stato detto – contribuisce all’attuazione delle convenzioni e degli accordi internazionali a difesa della biodiversità e contro il cambiamento climatico, nell’ambito di una politica a favore della montagna. Le quattro amministrazioni pubbliche del Nordest hanno deciso di attivare anche una politica di acquisti sostenibili (Green Public Procurement), in conformità alle indicazioni della Commissione Europea, con l’obiettivo di ridurre gli impatti ambientali dei processi di consumo e produzione e ad orientare gli acquisti verso prodotti compatibili con l’ambiente. In tal senso, negli acquisti di prodotti legnosi e a base di legno, le amministrazioni si impegnano ad acquistare prodotti in possesso di certificazione forestale PEFC o equivalente che garantisce il rispetto degli standard ambientali, sociali ed economici.