5G, Nomura: quattro titoli che beneficeranno della corsa cinese

5 Luglio 2019, di Mariangela Tessa

Nel mese di giugno, la Cina ha aperto la strada alla piena espansione della rete cellulare  5G. Lo ha fatto dando il via libera alle prime licenze commerciali per i principali operatori Tlc – China Mobile, China Telecom, China Unicom – e per la compagnia di reti via cavo China Broadcasting Network.

Secondo Nomura, questa decisione darà impulso alla aziende cinesi che operano nelle infrastrutture di rete, favorendo soprattutto i titoli di quattro s che operano nelle tlc.  Si tratta di ZTE, China Tower, China Communications: su tutte è stato confermato il rating buy (comprare).

Positiva anche se più cauta la view su  Yangtze Optical Fiber and Cable, su cui spicca il rating “neutrale”. Tutte le società sono quotate al mercato di Hong Kong.

Secondo una recente analisi della società di ricerca Canalys, nei prossimi cinque anni saranno messi in commercio 1,9 miliardi di smartphone compatibili con le nuove reti cellulari di quinta generazione (5G), che quest’anno sono in fase di lancio su scala globale. Il gruppo stime che solo tra quattro anni, nel 2023, il 5G supererà l’attuale 4G per numero di dispositivi. Nel 2023 le consegne mondiali di smartphone 5G ammonteranno a 800 milioni, pari al 51,4% del totale.