26 GRUPPI IN GARA PER LE CENTRALI ENEL IN VENDITA

12 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Enel ha ricevuto 26 manifestazioni di interesse per Elettrogen, la prima
delle tre società di produzione di energia elettrica messe in vendita dal colosso elettrico.

Gli advisors, Credit Suisse First Boston, Lehman Brothers e Merrill Lynch, valuteranno nei prossimi giorni che gli interessati abbiano i requisit necessari per partecipare alla gara, ha detto Enel in un comunicato.

Elettrogen ha otto centrali con una capacità totale di 5.438 megawatt e 1.700 dipendenti. Enel potrebbe incassare, secondo gli analisti, tra 3.500 e 5.500 miliardi di lire.

Elettrogen e’ la seconda per grandezza delle tre società di generazione. La seguiranno nella vendita Eurogen, la maggiore, con 7.008 megawatt e 2.000 dipendenti, e Interpower, con 2.611 megawatt e 1.100 addetti. In tutto, il valore delle tre società si aggira tra i 10 mila e 15 mila miliardi di lire.

La gara e’ aperta a soggetti italiani ed esteri. L’ unica condizione è il tetto del 30%, per almeno cinque anni, alla partecipazione di aziende pubbliche alle cordate in corsa. Ma i consorzi in gara hanno tempo per aggiustare le rispettive compagini, in quanto il limite dovrà essere rispettato al momento del perfezionamento dell’acquisto, previsto comunque alcuni mesi dopo la fine della gara.

In corsa ci sono Finmeccanica; Eni; il consorzio Italpower (Acea, Aem Milano, Aem Torino, la svizzera Atel e Banca di Roma); il consorzio formato da Erg e dall’americana Mission Energy (MEPRB); Edison-Sondel (gruppo Compart-Mediobanca); Mpe di
Vittorio Merloni insieme a Foster Wheeler (FWC), Enbw e alle municipalizzate di Genova (Amga) e Modena (Meta).

Tra i concorrenti figurano ancora: Energia, gruppo Cir e le americane Southern Energy (SOE), Txu (TXU), Enron (EXG), Entergy (ETR). La francese Electricite’ de France dovrebbe partecipare attraverso Enbw.