WALL STREET VOLATILE SOTTO SCACCO DELLA FED

19 dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Circa un’ora dopo l’apertura delle contrattazioni a New York, l’indice dei trenta principali titoli industriali azzera i guadagni e si riporta in rosso. Rimangono in rialzo tutti gli altri principali indici di borsa.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

Gli investitori attendono con impazienza la decisione del FOMC, l’organo della Federal Reserve che decide in materia di politica monetaria, prevista per questo pomeriggio alle 14:00.

Una ricerca pubblicata questa mattina dall’agenzia di stampa Reuters mostra che tutte le 26 principali agenzie di trading specializzate nei titoli di stato Usa prevedono che la Fed lascera’ invariati i tassi d’interesse a breve al 6,5%.

La maggior parte degli operatori sembra infatti concordare sul fatto che Greenspan attendera’ il prossimo gennaio prima di operare qualsiasi taglio sul costo del denaro. Alcuni tuttavia speculano che la decisione possa arrivare anche oggi.

Sul fronte macroeconomico, il dato relativo al deficit della bilancia commerciale Usa, sceso in ottobre a $33,2 miliardi, non ha creato movimento sui mercati, con lo sguardo interamente rivolto alla Fed.

Sui listini in generale sono in rialzo il settore del brokeraggio, semiconduttori, biotech, calzaturiero, sanitario, petrolifero, bevande analcoliche, cartario, ristorazione.

Perdono il settore telefonico, assicurativo, software, veicoli commerciali pesanti, giocattoli, edilizia.

Tra i principali titoli in movimento questa mattina sulle borse americane:

Nel settore finanziario, Goldman Sachs Group Inc. (GS) ha chiuso il quarto trimestre con utili in ribasso a causa delle performance deludenti nel settore della sottoscrizione di IPO e degli investimenti di venture capital. La societa’ ha registrato per l’ultimo trimestre dell’anno un utile operativo di $781 milioni, pari a $1,50 per azione. Nello stesso periodo dello scorso anno gli utili si erano attestati a $1,54 per azione. Il titolo guadagna oltre il 4%.
(Vedi Utili: Goldman Sachs, primo calo dalla quotazione )

Nel settore della telefonia, Nokia (NOK) guadagna oltre l’ 1,5% dopo l’annuncio di un accordo con Unisys Corp. (UIS) per i servizi di gestione di rete degli operatori della tecnologia wireless di seconda e terza generazione. Il titolo Unisys perde quasi il 3%.

Nel settore delle fibre ottiche per le telecomunicazioni, Ciena (CIEN) e’ in ribasso di quasi l’ 11%. La societa’ di ha annunciato ieri l’acquisizione di Cyras Systems per $2,6 miliardi in azione. L’operazione prevede lo scambio di 27 milioni di azioni rdinarie Ciena e l’assunzione del debito per $150 milioni. Ciena prevede che l’operazione iniziera’ a dare profitti durante l’anno fiscale 2002, ma influira’ negativamente sugli utili del 2001, previsti tra i 19 e i 22 centesimi per azione, contro i 70 centesimi attesi dai principali analisti.

Nel settore delle componenti laser, Electro Scientific (ESIO) e’ in rialzo di quasi il 19,5%. La societa’ ha chiuso il suo secondo trimestre con utili di $1 per azione, superiori ai 26 centesimi registrati nello stesso periodo dello scorso anno; gli analisti prevedevano utili di 87 centesimi per azione. Il fatturato si e’ attestato in rialzo sull’anno a quota $139,6 milioni.

Nel settore del commercio, Dollar Tree Stores (DLTR) segna un ribasso di quasi il 39,5% dopo il profit warning relativo a vendite e utili relativi al quarto trimestre. La societa’ prevede adesso di chiudere il trimestre con utili compresi tra i 59 e i 62 centesimi per azione, al di sotto dei 70 centesimi attesi dagli analisti. Le vendite sono previste in calo a quota $605-$615 milioni a causa della debolezza di tutto il comparto.

Nel settore delle componenti elettroniche, Solectron (SLR) guadagna quasi l’ 11,5%. La societa’ ha chiuso il suo primo trimestre con un fatturato di $5,7 miliardi e utili di 29 centesimi per azione, in rialzo rispetto ai 19 centesimi per azione registrati nello stesso periodo dello scorso anno. Gli analisti avevano previsto utili di 28 centesimi e un fatturato di $5,05 miliardi.

Nel settore delle telecomunicazioni, SBC Communications (SBC) ha annunciato che prevede di chiudere il quarto trimestre con utili di 58 centesimi per azione, in crescita dell’11-14% e in linea con le aspettative dei principali analisti. La societa’ ha comunque avvertito che la combinazione di rallentamento economico, cancellazione di ordini DSL e la concorrenza tra le societa’ che offrono servizi telefonici di lunga distanza in zone al di fuori del Sud Ovest degli Stati Uniti, potrebbe influire negativamente sui dati di bilancio relativi al prossimo anno. Il titolo perde il 13,25%.

Nello stesso settore, Advanced Micro Devices (AMD) ha annunciato che il volume del contratto triennale con Cisco Systems (CSCO) per chip per la memoria e’ piu’ che raddoppiato. Il titolo AMD guadagna quasi il 3%, mentre il titolo Cisco guadagna oltre il 2%.

Hai dimenticato la password?