WALL STREET: INDICI AVANTI PIANISSIMO

26 dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Dopo mezz’ora dall’inizio delle contrattazioni sulla piazza di New York, tutti i principali indicatori delle borse americane sono in positivo, ma non ci sono segnali che il rally di venerdi’ scorso possa continuare.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

Il volume di scambi e’ estremamente ridotto: in considerazione delle turbolenze di mercato molti operatori, tra cui i gestori di fondi, hanno scelto di fare un lungo ponte, saltando a pie’ pari l’ultima settimana di scambi del 2000, un anno destinato a comparire nel libro nero di Wall Street.

Tra i principali titoli in movimento questa mattina a Wall Street:

Nel settore informatico, Microsoft (MSFT) ripone grandi aspettative nel 2001, non solo per riguadagnare lo smalto perduto nelle vendite di software, ma perche’ con George W. Bush presidente lo spettro dello smembramento si allontana. Il titolo Microsoft guadagna oltre il 2%.
(Vedi Microsoft aspetta la grazia dal presidente)

Nel settore alimentare, Coca-Cola (KO) guadagna meno dello 0,5% sulla notizia, riportata dal Wall Street Journal, che la societa’ha intenzione di lanciare sul mercato una nuova linea di bevande a base di latte per attaccare il mercato dei consumatori a partire dai 6 anni di eta’.

Nel settore Internet, Yahoo (YHOO) guadagna il 13% e Amazon.com (AMZN) oltre il 15,5% sulla notizia che le vendite del periodo natalizio 2000 sono quasi raddoppiate rispetto a quelle dello stesso periodo dello scorso anno.

Nel settore delle fibre ottiche per le telecomunicazioni, la banca d’affari Banc Alex. Brown ha diminuito il rating di JDS Uniphase (JDSU) da “Strong Buy” a “Buy”, ritenendo che la societa’ non riuscira’ a rispettare il tasso di crescita del fatturato previsto dagli analisti. Il titolo perde quasi l’ 1,5%.

Nel settore Internet, Redback Networks (RBAK) perde quasi il 7% nonostante David Readerman, capo della divisione di stratgie per la Rete di Thomas Weisel Partners, abbia definito la societa’ “Strong Buy” in un’intervista sul settimanale Barron.

Hai dimenticato la password?