WALL STREET IN RALLY, ECONOMIA IN GRAN FORMA

5 dicembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ giornata i listini azionari americani continuano a muoversi in forte rialzo. Il Dow Jones guadagna l’1.42% a 13463, l’S&P500 l’1.52% a 1485, il Nasdaq avanza dell’1.94% a 2670. I dati macro diffusi in mattinata hanno evidenziato un buon momento dell’economia americana non intaccando le possibilita’ di un taglio al costo del denaro da parte della Fed.

Dagli ultimi segnali macroeconomici e’ emerso un momento particolarmente favorevole per alcuni settori dell’economia a stelle e strisce. L’occupazione nel settore privato
a novembre e’ cresciuta al di sopra delle attese, la produttivita’ del terzo trimestre e’ schizzata +6.3% (maggiore tasso degli ultimi quattro anni) battendo nettamente le stime del mercato. Inoltre il forte abbassamento del costo unitario del lavoro ha allentato le pressioni sulla Fed, preoccupata su una possibile accelerazione dell’inflazione. Gli ordini alle fabbriche sono saliti in misura maggiore delle attese; meno bene il comparto dei servizi il cui impatto sul trading giornaliero e’ stato comunque molto limitato.

“L’occupazione rappresenta l’elemento piu’ significativo sulla spesa dei consumatori” ha affermato Doug Peta, market strategist di J&W Seligman a New York. “E’ il principale indicatore dello stato di salute dell’economia ed e’ particolarmente responsabile dell’ingresso in una fase di recessione o meno”. Grande attenzione e’ rivolta ai numeri del prossimo venerdi’ per cui e’ stato stimato un aumento di 70 mila posti di lavoro nel settore non agricolo.

Mercato super-volatile. E con news gratis, certamente non guadagni. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link style="color:blue">INSIDER

A livello societario, riflettori puntati ancora una volta sul comparto dei mutui immobiliari. Il colosso governativo Fannie Mae (FNM) e’ arretrato del 4% nell’after hour di ieri dopo aver comunicato un taglio del dividendo trimestrale. La societa’ ha anche annunciato un abbassamento medio dei prezzi delle case negli Usa compreso tra il 4% e il 5%. ora e’ in recupero e guadagna il 2% circa.

Tra i titoli del Dow Jones a guidare i rialzi e’ il colosso assicurativo American International Group (AIG, molto bene anche Intel (INTC) forte dell’upgrade ricevuto prima dell’apertura.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Multi-line Insurance +5.0%, Real Estate Management +4.8%, Homebuilding +4.2%, Industrial REITS +4.0%, e Diversified REITS +3.5%. Tra i piu’ forti ribassi: Broadcast and Cable -5.1%, Autoparts and Equip -2.1%, Auti Retail -1.8%, Food Distributors -1.2%, e Environmental and Facility Services -1.0%.

Alle 12.30 E.T. il volume di scambio e’ di 542 milioni di pezzi al NYSE e 996 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 2600 a 685 al Nyse e 2101 a 746 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 87 a 97 al NYSE e 105 a 65 al Nasdaq.

parla di questo articolo nel Forum di WSI

Hai dimenticato la password?