WALL STREET IN LIEVE RIALZO A DUE ORE DALLA CHIUSURA

5 dicembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

BORSA: NEW YORK IN LIEVE RIALZO, ECONOMIA NON RALLENTA /ANSA

Borsa di New York in rialzo, sia pure di modesta entità, in una giornata caratterizzata da dati congiunturali contraddittori, anche se la crescita inaspettata dell’ indice Ism relativo all’ andamento dei servizi a novembre sembra confermare che l’ economia almeno per ora non può dirsi in rallentamento. L’ indicatore è salito infatti a 58,9 con questo evidenziando una fase di prolungata espansione dell’ attività, in un contesto in cui per di più il comparto non manifatturiero gioca un ruolo di primo piano nell’ economia complessiva del Paese. Gli altri due dati macro in calendario hanno evidenziato una discesa superiore alle stime degli ordinativi industriali, -4,7% ad ottobre, ed una frenata inattesa nel terzo trimestre del costo del lavoro (+2,3%).

Il mercato azionario ha tirato le somme arrivando alla conclusione che le pressioni inflazionistiche stanno diminuendo, mentre l’ economia continua ad andare a pieno ritmo, malgrado il calo degli ordinativi. In effetti, i recenti dati congiunturali sembrano indicare più che altro difficoltà per il solo settore manifatturiero, non per il resto delle attività peraltro appunto preponderanti. L’ attenzione è stata oggi rivolta inoltre alle trimestrali societarie ed alle valutazioni espresse dagli analisti su singoli titoli e settori.

Kroger, la maggiore catena di supermercati, registra così in Borsa un progresso di 1,51 dollari, a 23,84 dollari, dopo che l’ utile nel terzo trimestre è aumentato del 16% a 30 cents per azione, sopra le indicazioni date dagli analisti. AutoZone, maggiore venditore di componenti per auto, guadagna invece 2,9 dollari, a 117,37 dollari, in quanto nel primo trimestre fiscale i profitti si sono attestati su 1,71 dollari per azione, anche in questo caso superiori alle previsioni. Fra i tecnologici, Applied Materials beneficia delle stime relative alla dinamica del comparto dei semiconduttori, guadagnando 31 cents a 18,64 dollari.

La valutazione degli analisti premia inoltre Starburck, la catena di caffé che sale del 3,4% a 36,96 dollari, perché UBS ha alzato il giudizio sul titolo a ‘buy’, cioé comprare. Nel comparto delle tlc sugli scudi Sycamore Networks, produttore di apparecchiature in fibra ottica che è in progresso di 26 cents a 3,95 dollari. Nel primo trimestre fiscale l’ utile è cresciuto del 28% a 34,9 milioni di dollari.

Positive anche le azioni del Nyse, +2,45 dollari a 98,5 dollari, come conseguenza dell’ avallo dato dagli organi regolatori europei alla fusione con Euronext. Nell’ edilizia Toll Brothers, malagrado l’ utile sia sceso del 44% nel quarto trimestre, è positiva, +1,19 dollari a 33,1 dollari. Toll Brothers è attiva nel segmento degli immobili di lusso.

In forte ribasso invece Sirius Satellite Radio, la seconda maggiore emittente radiofonica a pagamento, -6,7% a 3,89 dollari in quanto la società ha tagliato le stime riguardanti il numero di abbonati di qui a fine anno, -6,3% rispetto alle precedenti indicazioni. In flessione infine Ford Motor, -20 cents a 7,69 dollari, perché il gruppo ha annunciato il collocamento di un prestito convertibile per un equivalente di tre miliardi di dollari.

Attorno alle 18.30 ora italiana l’ indice Dow Jones guadagna lo 0,2% a 12.308,69 punti, il Nasdaq composite lo 0,12% a 2.451,39 e lo S&P 500 lo 0,21% a 1.412,07.

Hai dimenticato la password?