WALL STREET: ILLUSIONE RETAIL, DELUDONO LE VENDITE

30 novembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Avvio sotto tono per gli indici americani, indeboliti dai recenti aggiornamenti macro e dai dati giunti dal comparto retail. Il Dow Jones perde lo 0.03% a 12223, l’S&P500 lo 0.06% a 1398, il Nasdaq e’ in ribasso dello 0.15% a 2428.

A differenza di quanto sembrava nelle prime ore della mattinata, con gli ultimi dati giunti dal comparto retail che avevano riportato un certo ottimismo sulla stagione dello shopping natalizio, molte aziende del settore hanno comunicato vendite comparate, per il mese di novembre, inferiori alle attese: tra queste a deludere sono Dillard’s ([[DDS]]), Kohl’s ([[KSS]]), JC Penney ([[JCP]]), Gap ([[GPS]]) e Nordstrom ([[JWN]]).

Per alcuni analisti, i mercati restano posizionati per un rally di fine anno, che potrebbe essere ancora trainato dal comparto retail; altri, invece, sono meno ottimisti, sulla scia dei risultati comunicati dal colosso Wal-Mart ([[WMT]]) che ha riportato il primo calo delle vendite dopo oltre 10 anni.

Non proprio positivi anche i dati macro diffusi in mattinata. L’inflazione core nel mese di ottobre e’ cresciuta dello 0.2%, lasciano il tasso annuo fermo al 2.4%, ancora al di sopra del tetto massimo fissato dalla Fed. Negativi gli aggiornamenti dal comparto del lavoro. Le nuove richieste di sussidio da parte dei senza lavoro sono cresciute di 34 mila unita’ a 357 mila. Alle 16:00 verranno comunicati i dati sul Chicago PMI e sull’Help Wanted Index.

Nella giornata di ieri, la revisione del Pil, ad un livello superiore a quello atteso, aveva spinto gli indici al rialzo, recuperando parte del terreno ceduto in avvio di settimana.

A costituire un elemento di preoccupazione in mattinata e’ anche il nuovo avanzamento del greggio, schizzato intorno ai $63 in avvio. Al momento i futures con scadenza gennaio segnano un progresso di 53 centesimi a $62.99.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link style="color:blue">INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario l’euro guadagna sul dollaro salendo a quota 1.32. L’oro e’ in forte progresso( +$9.20) a $651.00 l’oncia. In rialzo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni si e’ portato al 4.4970%.

Hai dimenticato la password?