WALL STREET: DOW JONES BALLERINO, NASDAQ IN NERO

19 dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

A circa mezz’ora dalla soglia di meta’ giornata a New York, l’indice delle Blue Chip tenta il recupero e, sospinto dalla volatilita’, oscilla intorno alla soglia di parita’. Il Nasdaq consolida le posizioni.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

Gli investitori attendono con impazienza la decisione del FOMC, l’organo della Federal Reserve che decide in materia di politica monetaria, prevista per questo pomeriggio alle 14:00.

Una ricerca pubblicata questa mattina dall’agenzia di stampa Reuters mostra che tutte le 26 principali agenzie di trading specializzate nei titoli di stato Usa prevedono che la Fed lascera’ invariati i tassi d’interesse a breve al 6,5%.

La maggior parte degli operatori sembra infatti concordare sul fatto che Greenspan attendera’ il prossimo gennaio prima di operare qualsiasi taglio sul costo del denaro. Alcuni tuttavia speculano che la decisione possa arrivare anche oggi.

Sul fronte macroeconomico, il dato relativo al deficit della bilancia commerciale Usa, sceso in ottobre a $33,2 miliardi, non ha creato movimento sui mercati, con lo sguardo interamente rivolto alla Fed.

Sui listini in generale sono in rialzo il settore del brokeraggio, semiconduttori, biotech, calzaturiero, sanitario, petrolifero, bevande analcoliche, cartario, ristorazione.

Perdono il settore telefonico, assicurativo, software, veicoli commerciali pesanti, giocattoli, edilizia.

Hai dimenticato la password?