Wall Street si rimette in carreggiata: i titoli da seguire

11 gennaio 2018, di Daniele Chicca

I future sui principali indici di Wall Street viaggiano in lieve rialzo, un preludio a un avvio positivo dell’azionario un giorno dopo la prima seduta in perdita dell’anno della Borsa americana, durante la quale hanno pesato i timori legati al balzo dei rendimenti nel mercato dei Bond Usa e quelli sull’uscita degli Stati Uniti dal patto di libero commercio del NAFTA. Favoriti dal rincaro del petrolio, ExxonMobil e Chevron sono tra i titoli più richiesti.

Anche Xerox guadagna terreno (+6,8%) nel preborsa, dopo che il Wall Street Journal ha scritto che il gruppo di stampanti e fotocopiatrici ha avviato colloqui con al giapponese Fujifilm in vista di un’operazione di riassetto, come chiede da tempo l’investitore Carl Icahn, primo azionista con il 9,7% del capitale.

SS&C Technologies ha annunciato l’acquisto di DST Systems per 84 dollari per azione, in un’operazione che ammonta nel complesso a 5,4 miliardi di dollari e che dovrebbe permettere al gruppo di rafforzarsi sul mercato dei software finanziari. I titoli DST Systems guadagnano il 3,2% a 82,50 dollari nel pre-mercato.

Bene vanno anche le azioni Delta Air Lines (+3,4%), dopo che la seconda compagnia aerea degli Usa per numero di passaggeri ha riportato risultati societari convincenti. L’utile adjusted trimestrale è calato ma è risultato superiore alle previsioni e il gruppo dice di puntare su una crescita del 2,5%-4,5% dei ricavi unitari nel primo trimestre del 2018.

J. Patrick Doyle, che lascerà a giugno il ruolo di direttore generale di Domino’s Pizza, ha smentito ieri le voci che lo davano per favorito tra i candidati a salire alla testa di Chipotle Mexican Grill, con l’incarico di raddrizzare la catena di ristoranti popolare negli Stati Uniti.

Da parte sua Progress Software guadagna il 9,2% nel pre-market e potrebbe realizzare un record fin dai primi scambi dopo che ha pubblicato risultati trimestrali superiori alle attese per il quinto trimestre consecutivo. Le previsioni per il 2018 dello specialista della ideazione di software sono superiori al consensus.

Ordini di acquisto anche per i titoli Netflix (+0,7% sopra i 214 dollari) dopo che gli analisti di Barclays hanno fissato una raccomandazione di “Overweight” sulle azioni con un prezzo obiettivo di 245 dollari.

Southern CO, la holding di diverse società di elettricità e del gas perde l’1,7% dopo che, citando i rischi legati a un importante progetto per la costruzione di una centrale nucleare in Georgia, Goldman Sachs ha rivisto al ribasso il rating sul gruppo. Ora il giudizio è di “Sell”.

Balza del 3,9% invece il titolo Valero Energy, favorito dalla revisione al rialzo del target price decisa da Morgan Stanley, che ha alzato l’obiettivo a 12 mesi da 85 a 100 dollari.

Hai dimenticato la password?