Usa, Trump: riforma fiscale imminente

10 febbraio 2017, di Daniele Chicca

Ancora una volta sono le novità circa le politiche della nuova amministrazione Usa a trainare al rialzo i mercati. Stavolta non si tratta della cosiddetta Trumpflation, la prospettiva di una reflazione alimentata dal piano di investimenti pubblici e di protezionismo del neo eletto presidente Usa, bensì delle dichiarazioni del capo della Casa Bianca sui tagli alle tasse.

Donald Trump ha fatto intendere che un alleggerimento fiscale è imminente, inviando un segnale positivo alle aziende quotate e quindi ai mercati azionari: tutti e tre i listini della Borsa Usa hanno così realizzato nuovi massimi storici (segui live blog di mercato). Anche ai mercati in Asia è piaciuta la notizia con Tokyo che fa un gran bel rialzo (+2,5%).

Entrando più nello specifico, Trump ha annunciato che nelle prossime settimane sarà presentato un piano “fenomenale” di taglio fiscale. L’amministrazione fornirà presto nuovi dettagli sull’anticipata riforma del fisco. Significa probabilmente che le multinazionali vedranno ridotto in maniera significativa il carico fiscale. 

Il presidente ha fatto i commenti prima di un incontro fissato alla Casa Bianca con i dirigenti delle principali compagnie aeree del paese. “Abbasseremo il carico fiscale generale che pesa sulle aziende ameircane. Sta andando tutto molto bene. Siamo in largo anticipo sulla tabella di marcia, mi pare. Annunceremo presto qualcosa. Direi, nelle prossime due o tre settimane“.

Hai dimenticato la password?