Uomini avidi e insurrezione dei dimenticati: Marx ha previsto tutto

30 gennaio 2017, di Alessandra Caparello

BERLINO (WSI) – “Marx quindi aveva ragione?” Titola così la copertina in edicola del settimanale tedesco Zeit, che dedica un ampio reportage ai pensieri del teorico della lotta di classe, autore de Il Capitale, il quale sembra aver predetto il futuro.

“Uomini avidi, ingiustizie e l’insurrezione dei dimenticati: Karl Marx ha visto tutto. Cosa possiamo imparare da lui – nonostante il marxismo”. Questo il sottotitolo del reportage che parte da Bochum, cittadina tedesca, collocata nella Ruhr, il vecchio polmone nero della Germania industriale, dove lavorano operai nel settore dell’acciaio e del carbone. E dove per un secolo si è votato a sinistra, mentre ora il vento è cambiato.

La classe operaia non è più unita e i socialdemocratici oggi fanno i consulenti aziendali e votano a destra. Un viaggio che arriva fino in America negli stati dove Hillary Clinton, la sfidante democratica in corsa contro Trump per la Casa Bianca, ha perso.

“Imparare da Karl Marx significa non condannare i manager perché guadagnano tanti soldi, ma guardare ai rapporti e al sistema che rendono possibili lo sfruttamento”.

Il filosofo tedeco Karl Marx, come sottolinea il settimanale, “era un pensatore lucido”. Da qui l’appello a fare tesoro del suo pensiero e teorie.

“Anche se le rivoluzioni ispirate al suo pensiero hanno avuto conseguenze “catastrofiche“, come insegna la storia, bisognerebbe ricominciare ad apprezzarne nuovamente le opere e apprezzare “Marx l’analista ed economista”.

 

Hai dimenticato la password?