UniCredit: da investitori scommesse short record

6 febbraio 2017, di Redazione Wall Street Italia

Così Pietro Di Lorenzo, amministratore unico di SOS Trader, commenta le recenti sessioni di Piazza Affari e di alcuni titoli nel consueto report “Buy&Sell: Cosa comprare e cosa vendere”.

“Il FtseMib disegna una white Long white che archivia la terza seduta positiva consecutiva che comunque non riesce a riportare in positivo il bilancio settimanale (-1.1%). Il mercato ha provato a riassorbire il sell off di lunedì (-2.95%) a seguito della rottura del trading range che ha ingabbiato i prezzi per diverse settimane. Le vendite che hanno interessato il settore bancario ed energetico (ovvero i 2 che pesano di più sull’indice in termini di capitalizzazione) hanno zavorrato il nostro indice che subisce anche i dubbi degli operatori sugli impatti della politica protezionistica di Trump. Operativamente siamo esposti con il 20% della liquidità sul mercato puntando su un titolo industriale sui massimi assoluti.

Fra i titoli interessanti per la prossima seduta, Di Lorenzo segnala:

  •  Ci attendiamo grande volatilità su UniCredit nel primo giorno dell’aumento di capitale. I possessori del titolo si ritroveranno in portafoglio le azioni Unicredit in carico a 13,11€ e i diritti a 13,05€. Fin quando gli investitori istituzionali scommettono sul ribasso del titolo (le posizioni nette corte attualmente al 2.06% sono sui massimi da Settembre 2014) evitiamo il Buy. Gli analisti di Equita SIM la pensano diversamente e hanno un rating di Buy sulle azioni.
  • Possibili movimenti rilevanti anche su Telecom in attesa della conference call su bilancio e piano industriale al 2019 (ore 14,00). La fuoriuscita dei prezzi dal triangolo in cui sono inseriti da settimane, innescherà un violento movimento direzionale
  • Saipem mostra timidi segnali di reazione dopo essere stata presa di mira dai venditori (-10.19% nelle ultime 5 sedute). L’interruzione della serie di massimi giornalieri decrescenti (con il superamento di 0.473€) potrebbe innescare un repentino rimbalzo.
  • Recordati diventa il miglior titolo secondo il nostro Recomendation Index (insieme a SOGEFI). C’è quindi una eccellente opportunità di acquisto se si ha un orizzonte temporale dell’investimento di medio lungo termine.
  • Brembo si riporta a contatto con la resistenza chiave in area 62.3€. Il superamento di questo livello, potrebbe calamitare nuovi acquirenti.
  • Banca Carige disegna un interessante pull back. Come è evidente dal grafico negli ultimi 4 mesi il pattern si è presentato 4 volte, ottenendo ottimi risultati in 3 circostanze. Possibile quindi intervenire a seguito del completamento del pattern ovvero con l’interruzione della serie di massimi decrescenti ovvero il superamento di 0.368€.

Fonte: SOS Trader

Hai dimenticato la password?