Una panoramica sul Dax

6 gennaio 2017, di Marco Magnani

Da molto tempo ormai pubblico questa previsione di lungo periodo sul mercato Tedesco, inoltre come di mia abitudine pubblico anche uno scenario possibile ed alternativo (benché meno probabile), che ora non sto a riprodurre, ma è visionabile in articoli precedenti.

Ultimamente ho appurato, da alcune critiche e commenti su miei articoli,  che molti lettori non comprendono il fondamento di uno scenario duplice,  vedrò quindi di spiegarlo ora brevemente , lasciando però dettagliati approfondimenti in altri contesti.

In borsa non si può mai dare per corretta una previsione, o meglio chi lo fa è destinato a lasciare i propri soldi al banco nel tempo, si può solo attribuire ad essa una percentuale di successo, come?

In base alla propria esperienza, alle proprie capacità ed ai propri strumenti di analisi, in relazione insomma alle proprie percentuali medie di correttezza nel tempo, alle previsioni ed ai propri “algoritmi”.

Personalmente sviluppo sempre due scenari, che nel 90% dei casi  (tra entrambi)  mi portano ad indovinare il percorso che farà il mercato analizzato, di conseguenza in relazione alla mia analisi incrociata su differenti cicli attribuisco ad ognuna delle due previsioni delle percentuali di successo.

Fatto ciò con una formula matematica adeguata calcolo le puntate da fare su uno scenario e sull’altro e successivamente monitorando le previsioni so quando entrare ed uscire da una posizione piuttosto che da un’altra.

In sostanza non c’è nulla di casuale nella cosa , nulla in pratica come definito da qualche sconsiderato superficiale (oltre che maleducato) previsioni fatte da terza elementare “ho va su o va giù le saprei fare anche io delle interpretazioni del genere del mercato”.

La mia spiegazione è stata appositamente sintetica, ma comprensibile affinché ognuno se interessato possa procedere in tale direzione approfondendo personalmente la cosa.

In sostanza la momento per il mercato del Dax la previsione più probabile è la seguente e l’andamento del mercato sembra aderire bene all’ipotesi sviluppata da mesi ormai.

E per lo stesso motivo quindi anche la previsione sul ciclo Economico dovrebbe essere la seguente, ad ogni modo come sempre ricordato nei report precedenti, la certezza che lo scenario sarà il seguente l’avremo solamente sul minimo dell’Annuale in corso.

Ai fini operativi per ora l’informazione è ininfluente infatti le posizioni long di lungo periodo saranno da chiudere sul massimo del ciclo annuale .

Massimo che non è molto distante ed in teoria dovrebbe avvenire sul massimo del ciclo Intermestrale in corso, ossia il massimo del prossimo ciclo Mensile.

Va considerata tuttavia l’ipotesi, anch’essa più volte affrontata, che il ciclo Annuale in corso non sia un normale ciclo Annuale Hours, ma sia un nuovo ciclo Annuale Fusion (vedere report precedenti).

In sostanza un’ulteriore variabile, o scenario B che si voglia, del ciclo Annuale…

Già la vita del trader è dura, molto dura… o pensavate che campare di questo mestiere era cosa per tutti coloro che non sanno fare niente altro?

Infine sul medio periodo l’andamento del ciclo Intermestrale è la seguente.  Su quel minimo finirà l’Annuale in corso (se standard), a meno che il ciclo Annuale non sia iniziato dov’ è posta la freccia verde e non dove posizionato Il Battleplan precedente (la fase prima sarebbe quindi un test secondario),  nel qual caso il massimo dell’ Intermestrale in corso sarebbe il massimo relativo del ciclo Annuale.

La cosa sarà comprensibile sui livelli del minimo del ciclo Intermestrale in corso, comunque sia come dicevo le posizioni di medio periodo andrebbero chiuse sul massimo di questo Intermestrale.

Approfitta della nostra offerta promozionale all-inclusive, è inoltre attivabile gratuitamente la versione demo della durata di un mese senza vincoli di rinnovo. Essa comprende tutti i servizi disponibili sul sito e 25 corsi di formazione inclusi nella promozione, per ulteriori informazioni visitate il link:

http://www.ratingconsulting.eu/home/services/attiva-la-prova-gratuita?p=3&t=ott2016

Hai dimenticato la password?