Un lettore dice di essere preoccupato per Bond, Borse, valute, tutto

16 aprile 2018, di Livia Liberatore

“Sono preoccupato per le azioni, obbligazioni, per l’inflazione, la deflazione, per l’oro, per tutto”. Inizia così un post del blog Mishtalk dove il lettore anonimo ha un piccolo gruzzolo che arriva dal pensionamento ma ha paura che arrivi una nuova crisi come quella del 2007-2009. “Questa è una paura ragionevole per non dire altro”, scrive l’autore del blog di analisi economica.

I potenziali problemi in vista per gli investitori sono molti, soprattutto a causa dei movimenti frequenti delle Borse. Il dollaro potrebbe crollare. Un default può eliminare i junk bond. I fondi portano rischi di selloff e liquidazione. Il prezzo dell’oro potrebbe cadere. L’inflazione potrebbe uccidere le obbligazioni a lungo termine, la deflazione può uccidere le azioni. Le azioni e le obbligazioni potrebbero diminuire per anni, anche in assenza di recessione, semplicemente a causa di valutazioni e cambiamenti di opinione.

Per ridurre il più possibile il rischio, è necessario uscire in gran parte dal mercato, in particolare per quanto riguarda i fondi comuni di investimento, scrive Mike Misha Shedlock, secondo cui i bond del Tesoro TreasuryDirect sono uno degli investimenti più sicuri, perché al contrario di quello che si pensa, gli Stati Uniti non stanno andando in default sui buoni del tesoro.

Un altro consiglio di Shedlock è di non mettere più di 250.000 dollari presso una qualsiasi banca. Per chi invece ha paura di un crollo del prezzo dell’oro, con un rapporto di 90-10 nel portafoglio, anche se l’oro dovesse dimezzarsi per oltre cinque anni, il portafoglio avrebbe comunque un guadagno. Infine, meglio includere anche obbligazioni per aziende che non rischiano la bancarotta, come Apple, Google e Microsoft.

Hai dimenticato la password?