TUTTI GLI ULTIMI IPO ALLA BORSA DI NEW YORK

5 novembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

Un paio di Ipo sono sbarcati giovedi’ alla borsa di New York. E tutti hanno messo performance davvero notevoli. Il primo e’ Tickets.com, una societa’ per l’acquisto di biglietti (spettacoli, sport, concerti) le cui azioni, nel primo giorno di collocamento, sono salite del 54%.

Nato per sfidare sullo stesso terreno la leader assoluta del settore Ticketmaster Online-CitySearch (TMCS), Tickets.com (TIXX) ha comunque catalizzato fin dal primo giorno un’attenzione tale da far si’ che il prezzo di collocamento fosse fissato a 12,50 dollari ad azione, cioe’ ben al di sopra del range previsto originariamente di 7-9 dollari. I titoli hanno aperto a 28, cioe’ piu’ del doppio rispetto al prezzo di collocamento, subito dopo sono saliti addirittura a 32 ma alla fine hanno chiuso a 19. Buona performance, ma certo meno rispetto all’euforico sprint iniziale. Volume alto per un titolo cosi’ piccolo: 13 milioni di pezzi scambiati. Il collocamento, curato dalla Morgan Stanley Dean Witter, e’ avvenuto tramite l’emissione di 6,7 milioni di azioni e ha permesso di raccogliere 84 milioni di dollari. Come la maggior parte degli Ipo Ticket.com non fa profitti. L’azienda ha riportato un fatturato pro-forma di 9,5 milioni di dollari per i primi tre mesi dell’anno, con una perdita di 12,4 milioni. L’anno scorso queste cifre erano rispettivamente 47,7 e 57,3 milioni di dollari.

In un altro Ipo del valore totale di 126 milioni di dollari, i titoli della Pac-West Telecomm (PACW) sono immediatamente raddoppiati in apertura. L’azienda, che opera nel settore telecom (comuicazioni integrate) negli Stati Uniti occidentali, ha fissato il prezzo a 10 dollari ad azione, cioe’ la parte bassa del range che era di 10-12 dollari. Cio’ non ha impedito di creare immediatamente un forte interesse tra gli investitori. I titoli sono schizzati in apertura a 20, con un volume di 18 milioni di pezzi scambiati. In chiusura c’e’ stato un minimo di raffreddamento, a 18 e 7/16 (+85%). I fattori del successo? Due: un mercato altamente speculativo e in denaro, e un settore sexy (si dice cosi’ in gergo sul floor) come le tlc.

Pac-West ha fatto registrare un fatturato di 30,3 milioni di dollari e profitti per appena 804.000 dollari nei primi sei mesi dell’anno, rispetto a 19,9 milioni di fatturato e 3,3 di reddito nello stesso periodo dell’anno scorso.

Oggi, venerdi’, e’ la volta di Webvan, il primo supermercato online, uno degli Ipo piu’ sbandierati di Wall Street. Vedremo se alla fanfara seguiranno i risultati.

Hai dimenticato la password?