Trevi recupera il Buddha di Bamiyan

8 dicembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

L’italiana Trevi porta a termine la seconda fase di consolidamento delle nicchie dove erano posizionate le statue di Buddha di Bamiyan, scolpiti su una parete rocciosa calcarea nella parte centrale dell’Afghanistan. I Buddha di Bamiyan erano le più grandi statue budddiste al mondo prima di essere distrutte dalla furia iconoclasta del regime dei talebani nel corso del 2001 e sono dichiarate dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Trevi riceve l’incarico dall’agenzia dell’Onu.

Hai dimenticato la password?