Vatileaks

Il termine Vatileaks viene usato relativamente a fughe di notizie (leaks, in inglese) riservate e scandali relativi alla Città del Vaticano. Il termine venne coniato da padre Federico Lombardi, dal 2006 direttore della Sala stampa della Santa Sede, con chiaro riferimento a Wikileaks, organizzazione internazionale che ha nella pubblicazione di materiale anonimo o strettamente riservato il suo principale obiettivo.

Vatileaks 1

Il primo scandalo, conosciuto come Vatileaks 1, risale ai primi mesi del 2012 ed è relativo alla fuga di notizie incentrate su quello che era, all’epoca dei fatti, il Cardinale Segretario di Stato: Tarcisio Bertone. In particolare i documenti interni resi pubblici evidenziavano una profonda spaccatura fra le istituzioni vaticane con riferimento alla gestione dello IOR (Istituto per le Opere di Religione).

La conseguenza principale del Vatileaks 1 è stata che gli USA hanno inserito il Vaticano nella lista dei Paesi da monitorare perché, potenzialmente, in grado di diventare luogo adatto al riciclaggio di denaro.

Vatileaks 2

Più recenti sono invece i fatti relativi al, cosiddetto, Vatileaks 2. Era infatti il Novembre 2015 quando vennero indagati e arrestati monsignor Lucio Ángel Vallejo Balda, spagnolo, e Francesca Immacolata Chaouqui (detta: la papessa).

Le informazioni trafugate dalla Sante Sede, questa volta, si riferiscono in particolare alle spese economiche sostenute della Città del Vaticano; per la vicenda sono stati indagati anche Nicola Maio, segretario particolare di Monsignor Balda, e i giornalisti Gianluigi Nuzzi e Emiliano Fittipaldi che con queste notizie sono autori di due contestati libri, rispettivamente: Via Crucis e Avarizia.

Segui il processo sulle pagine di Wall Street Italia: le sentenze e le reazioni dei protagonisti, tutto quello che devi saperes ui Vatileaks.

Breaking news