Tesla, quando i fondamentali si distaccano dalla realtà

15 novembre 2017, di Marco Magnani

Tesla , quando i fondamentali si distaccano dalla realtà.

Dato che oltre alla borsa sono anche appassionato di motori, vorrei esportvi il caso Tesla.

Tesla è una società fondata da un genio di nome Elon Musk che produce auto 100% elettriche e nel suo settore è considerata il Top del Top.

Nonostante sia così tanto blasonata e che il numero delle sue auto vendute cresce di anno in anno, i suoi bilanci sono sempre più in rosso, ovvero registra sempre più perdite. Questo non ha scoraggiato minimamente gli investitori, guardando il grafico dei prezzi dal 2010 ad oggi passa da 30$ ad azione fino a circa 315$, crescendo di un 950% in appena 7 anni.

Questa crescita gli ha permesso di arrivare ad una capitalizzazione di ben 52 miliardi di $.

Com’ è possibile questa crescita quando i bilanci sono così disastrosi ?

Posto che la finanza si discosta sempre di più dall’ economia reale andando saltuariamente in direzione opposta all’ economia sottostante, ci sono altri fattori che hanno alimentato questa crescita, come:

  • Elon Musk è un comunicatore formidabile ed è riuscito a rendere le Tesla uno status symbol oltre all’ oggetto che è di indubbia qualità. E’ considerato un visionario alla stregua di Steve jobs, quindi ogni qualvolta che presenta qualcosa di nuovo crea molta euforia sul titolo.
  • Tesla è considerata rivoluzionaria e capace di risolvere in una qualche misura il problema energetico planetario, grazie alla creazione anche del power wall e delle tegole fotovoltaiche.
  • Le quotazioni di borsa dipendono dalla domanda e dall’ offerta, di conseguenza al di là dei risultati societari, se in quel titolo vengono investiti parecchi soldi il titolo non può far altro che salire.

Detto questo bisogna capire se Tesla sarà una bolla o meno.

Il fatto che continui a perdere soldi è parte della strategia, poichè le auto vengono vendute sotto costo per creare un volume di domanda che permetta in futuro fare profitti attraverso le economie di scala.

Cosa succederà se le case automobilistiche storiche un giorno riusciranno ad eguagliare la tecnologia di Tesla o addirittura superarla ? Potrebbe far perdere tutto questo Appeal che ad oggi sostiene questa valutazione esorbitante.

L’ altra problematica è il fatto che si scontra con colossi del petrolio che non credo che siano così favorevoli alle auto elettriche.

Riuscirà quindi Tesla a creare presto utili per sostenere questa enorme crescita, mantenere il suo appeal ed il primato tecnologico in questo settore ?

Se così non fosse la vedo dura……

Tornando all’ aggiornamento sul Dax dovremmo trovarci sul massimo del ciclo Intermestrale ( indicatore di ciclo in basso), ugualmente all’ Eurostoxx analizzato ieri.

E’ ancora da stabilire se il massimo del Biennale sarà su questo Intermestrale o sul prossimo, che  in ogni sarà comunque ribassista.

L’ indicatore di ciclo dell’ Annuale fusion è in dilatazione, facendo presupporre sempre di più la sua fusione con il ciclo Biennale fusion.

Ad ogni modo l’ indicatore evidenzia che siamo certamente nei pressi di un massimo, dato che la velocità ha rotto l’ asse dello zero al ribasso.

La previsionale di lungo periodo denota una discesa imminente.

Il FTSEMIB per ora segue perfettamente il Battleplan intermestrale che denota a breve un … OMISSIS….

Approfitta dell’offerta promozionale all-inclusive disponibile su ratingconsulting.eu, è inoltre attivabile gratuitamente la versione demo della durata di un mese senza vincoli di rinnovo. Essa comprende tutti i servizi disponibili sul sito e 25 corsi di formazione inclusi nella promozione.

http://www.ratingconsulting.eu/home/services/attiva-la-prova-gratuita?p=3&t=ott2016

Hai dimenticato la password?