TAV: nuovo scontro nel governo. Verso referendum: “Meglio finirla”

10 gennaio 2019, di Alessandra Caparello

Negativa l’analisi tecnica sui costi-benefici per la Torino-Lione, la TAV. Secondo fonti dell’esecutivo sarebbe emerso  nella relazione consegnata al governo, definita ancora una “bozza preliminare”, che gli effetti in termini di miglioramento dei tempi di percorrenza, di abbattimento delle emissioni per lo spostamento del traffico dalla gomma alla rotaia, di crescita dell’economia per i cantieri della stessa opera non giustificherebbero la spesa prevista per completare l’opera.

Il documento è stato consegnato ieri al ministero delle Infrastrutture dal professor Marco Ponti, presidente del gruppo di esperti indicato sette mesi fa dallo stesso Danilo Toninelli che però immediatamente precisa:

Il documento ricevuto dal professor Ponti e dalla sua task force è una bozza preliminare ed è allo studio della Struttura tecnica di missione del ministero per un vaglio di conformità rispetto alle deleghe affidate (…) l’analisi di carattere tecnico-economico e la parallela analisi giuridica andranno doverosamente condivise con la Francia, la commissione europea e in seno al governo, prima della loro pubblicazione.

La questione TAV apre un nuovo fronte di scontro all’interno del governo. Da una parte il vicepremier pentastellato Luigi Di Maio che spinge per lo stop dell’opera.

Non l’ho letta (ndr: la bozza preliminare) è uno studio preliminare. Aspettiamo il dato ufficiale, i tecnici dovranno parlare e dire se quell’opera è un buon investimento. Ma il Movimento è contrario: le risorse potrebbero essere utilizzate per migliorare la mobilità cittadina.

Dall’altra parte la Lega che è invece contraria e pressa per un supplemento di riflessione come sostiene Matteo Salvini intervenendo a Rtl.

E’ meglio andare avanti, perché se c’è un’opera a metà è meglio finirla che lasciarla a metà. Tuttavia ci sono milioni di italiani che hanno un’idea chiara, se chiedessero un referendum nessuno di noi vorrebbe e potrebbe fermare la richiesta.

Hai dimenticato la password?