Tassi mutui ai minimi storici: Euribor – 0,079%

2 dicembre 2015, di Alessandra Caparello

MADRID (WSI) – Ai minimi storici il tasso Euribor che ha chiuso il mese di novembre al 0,079 % , stabilendo un nuovo record al ribasso arrivando per la prima volta al di sotto dello 0,1 % . Gli indici Euribor sono particolarmente importanti per chi sta rimborsando un mutuo a tasso variabile o pensando di stipularne uno nuovo, perché è sulla loro base che viene calcolato il tasso finale su cui poi calcolare la rata mensile del mutuo.

Il Tasso Euribor a 12 mesi è l’indice principale a cui fa riferimento quindi la maggior parte dei mutui a tasso variabile. E il nuovo record negativo del tasso Euribor fa un regalo di Natale in anticipo a tutti coloro che hanno contratto un mutuo ipotecario e che hanno rivisto il prestito nel mese di novembre, potendo così ridurre la rata di 18 euro che rappresenta un risparmio di oltre 200 euro all’anno.  Il mese di novembre si è chiuso in calo di 0,256 punti percentuali rispetto a novembre dello scorso anno  e ciò comporta per un cittadino che ha contratto un mutuo di 120.000 euro, un risparmio di quasi 14 euro al mese, per un totale di 166 euro all’anno.

Jaime Dìez, analista di XTB ha spiegato a EuropaPress che il calo registrato dell’indice Euribor del 50% dall’inizio del mese è frutto dell’avvicinarsi della prossima riunione della Banca centrale europea, prevista il 3 dicembre e presieduta dal presidente Mario Draghi.

In Europa i tassi negativi ci sono stati in almeno 3 paesi, ossia Danimarca, Spagna e Portogallo. Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, un dirigente presso una banca spagnola ha affermato che centinaia di migliaia di prestiti aggiuntivi ne risentirebbero se i tassi Euribor a medio termine entreranno in territorio negativo e in Portogallo i tassi di interesse sulla maggior parte dei mutui sono collegati ad una media mensile dell’Euribor a 3 e 6 mesi, costantemente in bilico aggirandosi poco sopra lo zero.

Dicembre sarà un mese incerto per l’Euribor, sottolinea Dìez, poiché le misure della BCE potrebbero causare un’ulteriore accelerazione per il calo dell’indice. Analizzando le conseguenze di questa caduta, l’analislita di XTB ha osservato che il vantaggio che l’Euribor sia a livelli così bassi permette a famiglie e imprese di prendere in prestito o rifinanziare il proprio debito a tassi più vantaggiosi con benefici economici e possibilità di fare nuovi investimenti. Ma la tendenza al ribasso influisce a sua volta negativamente sul settore bancario che riduce ulteriormente i suoi margini.

 

Hai dimenticato la password?