TAGLI ALLE SPESE SU TECNOLOGIA DELL’INFORMAZIONE

22 dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Nel 2001 la spesa per la tecnologia dell’informazione aumentera’ mediamente dell’8%, contro la crescita del 12% di quest’anno; lo affermano due distinti rapporti di Morgan Stanley Dean Witter Discover e Merrill Lynch.

“Vista l’incertezza dell’economia e dei mercati finanziari non stupisce che le societa’ abbiano in mente un piano di spesa piu’ controllato”, ha sottolineato Chuck Phillips di Morgan Stanley Dean Witter.

Thomas Kraemer di Merrill Lynch ha poi ridotto il rating di International Business Machines (IBM) e Hewlett-Packard (HWP) sulla base di una previsione di riduzione della spesa in tecnologia.

Il sondaggio di Morgan Stanley ha anche rivelato che la categoria favorita dagli investimenti sara’ quella dei software – per banche dati, per mercati virtuali e per commercio online – seguita da quella delle apparecchiature per la rete.

Il 40% del budget aziendale in tecnologia dell’informazione e’ destinato, secondo i dati rilevati, a hardware, servizi, comunicazione e software.

Il settore che piu’ risentira’ dei tagli sara’ quello della consulenza.

Hai dimenticato la password?