Svolta storica per l’Euribor: tassi a tre mesi in negativo

21 aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Svolta storica per l’Euribor. Per la prima volta dal 30 gennaio 1998, giorno della sua prima definizione, il tasso interbancario a tre mesi è passato sotto lo zero. Influenzato dall’eccesso di liquidità indotto dal programma di ‘quantitative easing’ della Banca centrale europea, il tasso Euribor a tre mesi oggi è stato fissato a -0,001%.

Sul mercato interbancario i tassi overnight sono già abbondantemente sotto lo zero ma secondo gli strategist i timori sulla stretta di liquidità della Grecia hanno rallentato la discesa dei rendimenti a più lungo termine. Il lento movimento in territorio negativo “dipende dalla Grecia e dai rischi associati alla ‘Grexit'”, ha commentato Benjamin Schroeder, strategist di Commerzbank. “Non credo che cambi molto in termini di prestiti tra le banche”.

L’Euribor, acronimo di Euro Inter Bank Offered Rate, in italiano tasso interbancario di offerta in euro è il tasso di riferimento, calcolato ogni giorno, che indica il tasso di interesse medio delle transazioni finanziarie in euro tra le principali banche europee.

L’Euribor, è anche il tasso usato dalle banche continentali per i prestiti fra istituti e per quelli elargiti anche a famiglie e imprese, quindi su certi tipi di mutui a tasso variabile:.

(mt)

Hai dimenticato la password?