Supergiovedì banche centrali, mercati distratti da Italia e guerra dazi

13 settembre 2018, di Daniele Chicca

Borse incerte e Btp in calo nel giorno del Supergiovedì delle banche centrali. Oggi si riuniscono Banca d’Inghilterra, Bce e banca centrale turca. Sul secondario i titoli di Stato italiani pagano le indiscrezioni, poi smentite dal Tesoro, delle minacce di dimissioni del capo del dicastero Giovanni Tria per via delle divisioni con alcuni esponenti di governo sulla portata della legge di bilancio autunnale.

Gli investitori europei dimostrano di preferire la prudenza rispetto ai trader asiatici che hanno comprato titoli azionari approfittando di prezzi di mercato vantaggiosi dopo i cali delle ultime sedute. Le Borse asiatiche hanno chiuso in rialzo, favorite dalla riapertura delle trattative tra Cina e Stati Uniti sull’accesa disputa commerciale tra le prime due potenze economiche al mondo. L’indice MSCI della regione Asia-Pacifico, escluso il Giappone, mette a segno un rialzo dello 0,6% il giorno dopo aver toccato i minimi di 14 mesi. La Borsa di Tokyo ha guadagnato un punto percentuale.

Borse incerte e Btp in calo nel giorno del Supergiovedì delle banche centrali. Oggi si riuniscono Banca d'Inghilterra, Bce e banca centrale turca. Sul secondario i titoli di Stato italiani pagano le indiscrezioni, poi smentite dal Tesoro, delle minacce di dimissioni del capo del dicastero Giovanni Tria per via delle divisioni con alcuni esponenti di governo sulla portata della legge di bilancio autunnale. Gli investitori europei dimostrano di preferire la prudenza rispetto ai trader asiatici che hanno comprato titoli azionari approfittando di prezzi di mercato vantaggiosi dopo i cali delle ultime sedute. Le Borse asiatiche hanno chiuso in rialzo, favorite dalla riapertura delle trattative tra Cina e Stati Uniti sull'accesa disputa commerciale tra le prime due potenze economiche al mondo. L'indice MSCI della regione Asia-Pacifico, escluso il Giappone, mette a segno un rialzo dello 0,6% il giorno dopo aver toccato i minimi di 14 mesi. La Borsa di Tokyo ha guadagnato un punto percentuale. [caption id="" align="alignnone" width="768"] Cosa aspettarsi sui mercati dalla riunione della Bce[/caption]

Il Liveblog è terminato

13 settembre 201814:58

Mentre parla Draghi, dopo che la Bce ha mantenuto invariate le sue politiche monetarie, sui mercati la crescita dell’inflazione Usa inferiore alle attese ha messo pressione sul dollaro e sui rendimenti obbligazionari americani. Il presidente della Banca centrale europea ha citato il protezionismo montante come il maggiore fattore di incertezza, precisando che le stime non tengono conto delle minacce di nuovi dazi, bensì soltanto delle misure già implementate.

13 settembre 201815:04

Sulle tensioni per la situazione politica dell’Italia, Draghi ha detto che “le parole le abbiamo sentite, quello che aspettiamo di vedere sono i fatti”. E cioè la legge di bilancio e le discussioni che si terranno in parlamento. Il testo, la prima manovra della coalizione di governo, deve essere presentato entro il 27 settembre. I membri del governo hanno garantito che l’Italia “rispetterà le regole europee”. Per ora, anche quando lo Spread si è ampliato, non si sono visti segni di contagio negli altri paesi dell’area euro.

Hai dimenticato la password?