Summers: Trump e deregulation “pericolosi”

9 gennaio 2017, di Daniele Chicca

Larry Summers è convinto che in alcuni campi come quello finanziario, la deregolamentazione promossa dal neo presidente Donald Trump costituisca un pericolo enorme.

“La deregolamentazione in alcuni campi, come quello finanziario, è enormemente pericolosa”, ha avvertito l’ex segretario del Tesoro Usa. Secondo lui le politiche enunciate nel programma di Trump gettano i presupposti per una nuova crisi.

“Chi vuole tornare all’era del prestito ‘predatorio’?” ha chiesto in maniera provocatoria intervistato da Fox News Channel l’economista americano. “Chi vuole tornare all’era delle banche eccessivamente indebitate?”

L’ex segretario di Stato sotto la presidenza Clinton, consulente economico di Obama, oggi professore ad Harvard, ha criticato le intenzioni mega liberiste di Trump nel mondo della finanza, accompagnate dalla svolta protezionista dimostrata invece in campo industriale, in particolare dopo le dichiarazioni sul settore dell’auto ‘made in Usa’.

“Qualsiasi azienda debba decidere se produrre in Ohio o Messico, trova il Messico il 20% più conveniente”, ha sottolineato.

Hai dimenticato la password?