Suez-Gdf: Cirelli chiede alternative

14 dicembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Se lo Stato non vuole la fusione di Gdf con Suez deve proporre alternative al progetto. Lo dichiara ieri l’amministratore delegato di Gdf, Jean-François Cirelli. “Quello che mi interessa – dice Cirelli – è lo sviluppo e l’avvenire della mia azienda. Se non si vuole più questo progetto o se domani un nuovo Governo dice io non lo porto avanti, che si vuole fare di Gdf?”, spiega. “Sono fiducioso su questo progetto, ma naturalmente intendo rispettare la scelta degli azionisti e in primo luogo lo Stato, che detiene l’80 per cento”, aggiunge. “All’azionista che mi dovesse dire che non apprezza il progetto, gli direi, va bene, ma per lei qual è l’alternativa?”, conclude il manager di Gdf.

Hai dimenticato la password?