Studio: abbuffarsi durante le Feste avvicina in modo determinante all’obesità

4 gennaio 2019, di Alberto Battaglia

Viene ricordato spesso, e con buoni propositi, che non si ingrassa tanto da Natale a Capodanno, quanto da Capodanno a Natale. Una ricerca scientifica comparsa sul British Medical Journal di dicembre, però, ha dimostrato il contrario. O meglio, che il peso acquisito nel periodo delle Feste costituisce la maggior parte del suo aumento durante tutto l’anno. E’ quanto emerso dal monitoraggio di 272 adulti nel corso di 8 settimane a cavallo del periodo natalizio.
“In media, le persone prendono ogni anno una piccola quantità di peso fino a 1 chilo e le feste come il Natale sono responsabili della maggior parte di questo aumento annuale di peso”, ha detto l’autrice senior dello studio, Amanda Daley (Università di Loughborough), “il peso guadagnato durante i periodi di vacanza spesso non viene perso in seguito e, sebbene questi aumenti di peso siano contenuti, nel giro di 10 anni porterebbero ad un aumento significativo del peso corporeo”.
Lo studio ha anche mostrato, tuttavia, come bastino piccoli accorgimenti per sollecitare una maggiore consapevolezza sulle conseguenze delle abbuffate natalizie. Con la possibilità di risparmiare preziosi etti di grasso. I partecipanti allo studio, infatti, sono stati divisi in due gruppi. Al primo insieme di soggetti è stato richiesto di pesarsi almeno due volte alla settimana (meglio se ogni giorno) ed è stato fornito loro un opuscolo con dieci consigli per la gestione del peso. Al secondo gruppo è stato solo affidato un foglio più generico sullo stile di vita sano.
Al termine del test il primo gruppo ha accumulato circa mezzo chilo di peso in meno rispetto al secondo. “Le nostre ricerche hanno dimostrato che un piccolo intervento nel periodo di Natale può aiutare a prevenire questi aumenti di peso che si accumulano e che contribuiscono all’epidemia dell’obesità”, ha concluso Daley.

Hai dimenticato la password?