Quota 100: beffa per gli statali, buonuscita sarà congelata

4 gennaio 2019, di Alessandra Caparello

Brutte notizie per i lavoratori statali che accederanno alla quota 100 lasciando il lavoro in anticipo: la loro buonuscita verrà pagata solo quando matureranno i requisiti previsti dalla legge Fornero, ossia raggiunti i 67 anni di età.

La novità è contenuta nel decreto legge per la riforma delle pensioni e per il reddito di cittadinanza che il governo approverà con molta probabilità nel consiglio dei ministri del prossimo 14 gennaio. Lo scrive oggi Il Messaggero secondo cui  pagare immediatamente le liquidazioni ai dipendenti pubblici avrebbe avuto un costo per lo Stato di oltre 7 miliardi di euro, da aggiungere ai 21 miliardi che già costa in tre anni la misura quota 100. Il pagamento del trattamento di fine servizio (Tfs) e di fine rapporto (Tfr) degli statali dunque, sarà posticipato e il ritardo, nei casi più estremi potrebbe arrivare anche fino a otto anni.

La regola infatti sarà questa: la liquidazione potrà essere incassata solo nel momento in cui saranno maturati i requisiti previsti dalla normativa Fornero, ossia 67 anni di età, o 42 anni e 10 mesi di anzianità contributiva. Il decreto prevede però, che rimangano in vigore anche le regole di liquidazione attuali della buonuscita. Oggi il Tfr e il Tfs vengono liquidati solo fino a 50 mila euro, mentre se l’ importo supera i 50 mila euro, ma è inferiore a 100 mila euro, viene liquidato in due rate annuali (con un ritardo quindi di 12 mesi); se l’ importo supera i 100 mila euro, le rate annuali diventano tre. Insomma, se un dipendente pubblico lasciasse il lavoro a 62 anni di età avendo versato 38 anni di contributi (come previsto da Quota 100), e avesse maturato una liquidazione superiore a 100 mila euro, per avere l’ intera cifra dovrebbe aspettare i 70 anni. Il governo sarebbe consapevole di questo problema e starebbe contrattando con l’ Abi la possibilità di un anticipo bancario per permettere agli statali di ottenere in tempi più brevi la liquidazione.

Hai dimenticato la password?