Qantas si arrende: accetta Opa da 6,6 mld

15 dicembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

La compagnia aerea australiana di bandiera Qantas accetta ieri il rilancio da 11,1 miliardi di dollari australiani (6,6 miliardi di euro) avanzato da una cordata guidata dalla banca d’investimento Macquarie e dal gruppo di private equity Texas Pacific dopo aver respinto due giorni fa l’offerta originaria da 10,9 miliardi di dollari australiani. Il consiglio di amministrazione accetta all’unanimità l’offerta, ma i sindacati temono che con il controllo privato inizi un’era di incertezza per i suoi 35mila dipendenti. L’offerta da 5,5 dollari australiani per azione passa a 5,6 dollari per azione, il 10 per cento sopra la sua ultima quotazione in Borsa, e su condizioni più favorevoli.

Hai dimenticato la password?