POLITICA, VERSO D’ALEMA BIS DOPO CRISI FORMALE

21 ottobre 1999, di Redazione Wall Street Italia

Per il nuovo governo D’Alema è questione di giorni: la volontà di procedere in tempi brevi è stata espressa da quasi tutti i partiti della
maggioranza, d’accordo anche sul percorso da seguire: una crisi formale con dimissioni del premier, a cui poi verrebbe assegnato un secondo incarico.

Potrebbero però creare qualche ostacolo i cossighiani ed alcuni esponenti di Rinovamento Italiano, che di ”nuovo Ulivo” non vogliono sentir parlare. Il Polo accusa i partiti di maggioranza di temere il verdetto degli elettori.

La Presidenza del Consiglio ha oggi precisato sottolinea di non avere ”nulla a
che fare con voci e indiscrezioni di presunte minacce di elezioni anticipate”. Lo ha riferito il portavoce di D’Alema, Pasquale Cascella, a margine della visita del premier in Albania.

Hai dimenticato la password?