Pokemon Go: per i complottisti dietro ci sarebbe la CIA

4 agosto 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Si moltiplicano le teorie cospirazioniste su Pokémon Go, il gioco per smartphone sviluppato da Niantic, che sta seducendo milioni di giocatori in tutto il mondo.

Tra le piu’ popolari, che girano nelle ultime ore sul web, quella secondo la quale l’applicazione e’ stata creata ad hoc dai servizi segreti americani per creare un profilo degli utenti e ottenere informazioni.

A lanciare una di queste seconda teorie è il sito Infowar che, addirittura, vedrebbe la CIA utilizzare per avere accesso alle immagini riprese dai milioni di telecamere degli smartphone di utilizzatori di tutto il mondo.

Infatti, mentre giochiamo, grazia alla realtà aumentata riprendiamo le nostre case, classi, che altrimenti non potrebbero essere raggiungibili dai satelliti spia americani e dalle auto di Google.

Ma questa, come dicevamo, e’ solo una delle idee diffuse da piu’ parte in questi ultimi giorni.

C’e’ chi crede, come riporta il sito Wolf.(Beta), che Google utilizzi Pokémon GO per portare avanti la sua battaglia contro Facebook nell’acquisizione dei dati personali degli utenti.

Una teoria che partirebbe proprio dai rapporti tra la Niantic e Google. Infatti, secondo quanto riportato sul portale, la Niantic in origine è stata fondata proprio all’interno di Google, dal quale si è poi distaccata solo nel 2015 con la nascita di Alphabet (compagnia madre di Google). Google, in ogni caso, resta come investitore.

Hai dimenticato la password?