PIAZZA AFFARI FINISCE QUASI PIATTA. MIBTEL +0,15%

2 dicembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

Piazza degli affari archivia una
seduta abbastanza opaca, che si conclude con una piccola
variazione negativa dell’indice mib30 (-0,09%) mentre il
mibtel recupera lo 0,15%.

Per tutta la seduta gli operatori
sono rimasti in attesa di eventuali decisioni della Bce in
materia di tassi euro, che anche oggi ha segnato nuovi
minimi nei confronti del dollaro. Ma sul clima dei mercati
azionari ha pesato soprattutto il rapporto sull’andamento
della occupazione Usa in novembre, che verra’ diffuso
domani.

Nel dubbio gli operatori si sono limitati a qualche
manovra speculativa sui titoli del nuovo mercato, oggi
particolarmente irregolari.

Fiat si e’ riaffacciata nei portafogli
degli investitori nell’ambito di una rotazione destinata a premiare gli
industriali. Gli operatori segnalano un grosso ordine dall’estero. “Non
tramontano le speranze di accordo con un partner estero” aggiunge un
dealer.

Cedente Pirelli dopo tanto correre nei giorni scorsi. La società ha
illustrato oggi una nuova tecnologia per la produzione di pneumatici e ha
smentito le ipotesi di trattative con Siemens. Al palo la scuderia Olivetti,
l’indomani del cda di Telecom che non ha riservato sorprese, secondo i
dealer. Fanno eccezione Tim, in rialzo di oltre il 4%, e Tim risp che
guadagna oltre l’1%. “Proseguono le voci di ingresso di un partner estero
nel capitale Tim, con una quota del 10%” dice un trader, parlando di mani
compratrici dall’estero. “Tim risparmio segue a ruota il rialzo delle ordinarie, ma è
trattata a sconto di oltre il 50%” e’ la spiegazione.

Ancora trascurati bancari e
assicurativi che nei giorni scorsi avevano risollevato la testa, ma prosegue
la rimonta delle popolari. Riprende quota qualche titolo legato a Internet.
Balzano sul finale Seat e Mediaset, mentre Finmatica cede il passo.
Contrastati i titoli del Nuovo Mercato.

Hai dimenticato la password?