PIAZZA AFFARI CHIUDE SU, MIBTEL +0,73%

15 novembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

E’ stato il clima di attesa sul possibile ritocco
dei tassi negli Usa, alla vigilia del comitato monetario
della Federal Reserve, a dominare la giornata di
contrattazioni oggi a Piazza Affari: le contrattazioni si
sono concluse con un guadagno dello 0,73 per cento
dell’indice Mibtel a 23.853 punti. Da segnalare la buona
prestazione delle azioni Italgas (+8,58 per cento), aiutata
dalla revisione delle stime sui conti dell’azienda e dai
colloqui in corso con Acea (+1,72) e il Comune di Napoli.
L’annuncio dell’acquisto di Yves Saint Laurent da parte di
Gucci ha movimentato i titoli della moda che hanno
guadagnato terreno: Ittierre (+5,44), Rotondi (+5,62), Hdp
(+3,85). Tra i telefonici
scende Olivetti (-3,33) e Tecnost (-3,46), non si muove
Telecom (+0,25%) e va bene Tim (+1,67). In forte
aumento la tedesca Mannesmann (+8,65) dopo l’offerta
di Vodafone. Occhi su Unicredit (+1,6), che ha riunito in
mattinata il Cda, e su Bnl (+1,32). Bene Fideuram (+3,62)
per le buone previsioni e Snia (+5,66) grazie ai dati del
trimestre e in vista dell’assemblea per la fusione con
Sorin (+3,09) e Caffaro (+2,99). Continua la serie positiva
dei titoli premiati da Internet, come l’Espresso (+1,8),
Comindustria (+1,56) e Tiscali (+3,51), unico titolo
positivo sul Nuovo Mercato. Ottima la prestazione di
Acsm (+6,59), in rialzo Amga (+5,13), negativa Aem
(-1,54) nel giorno della firma dell’alleanza con Roma e
Torino. Infine, Enel è stata scambiata a 4,289 euro
(+0,19), bene l’Eni (+1,87) e in recupero Montedison
(+2,38), penalizzata nell’ultimo periodo.

Hai dimenticato la password?