Pensioni, Fornero: “Non rifarei riforma in quel modo”

15 maggio 2018, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Torna a far parlare di sé l’ex ministro del lavoro sotto il governo Monti, Elsa Fornero, l’artefice della riforma previdenziale che ha allungato l’età pensionabile e che oggi Lega e M5S hanno inserito nel contratto di governo per la sua abolizione.

In merito l’ultimo allarme è arrivato qualche giorno fa da Tony Barber, che dalle pagine del Financial Times, si è detto preoccupatissimo del governo Luigi Di Maio e Matteo Salvini e in particolare sulla riforma della legge Fornero.

“La cosa più preoccupante riguarda la proposta di cancellare la riforma delle pensioni, la legge Fornero. Sarebbe un gravissimo errore, e produrrebbe di certo una reazione dei mercati, che invece per ora sono ancora calmi”.

Proprio la Fornero, nel corso di un’intervista alla trasmissione Stasera Italia, la professoressa replica così alla domanda se rifarebbe la riforma sulle pensioni tale e quale a prima.

“Non si rifà mai nulla di ciò che si è fatto in passato, perché il tempo comunque non passa invano e le conoscenze aumentano e se non si è proprio stupidi, diventano fonte di riconoscenza degli errori (…) È vero ci sono dei dati che sono stati strumentalizzati perché facevano comodo a qualcuno creare polemiche su questa riforma”.

 E sulla sua figura che ormai rappresenta per la gente una prosecuzione dell’establishment europeo replica, Fornero replica:

“Rifiuto totalmente questa definizione, nel 2011 non sapevamo se il giorno dopo ci sarebbero stati i soldi per pagare i medici e le pensioni perciò a questo nuovo governo auguro di non trovarsi mai in una situazione di tale drammaticità”.

 

 

Hai dimenticato la password?