PC: MERRILL LYNCH VEDE NERO PER IBM E HP

20 dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Thomas Kraemer, analista di punta di Merrill Lynch & Co., questa mattina ha abbassato il rating di International Business Machines Corp. (IBM) e Hewlett-Packard Co. (HWP) sulla base delle forti preoccupazioni riguardanti un possibile rallentamento delle vendite di computer alla clientela business.

L’analista, che ha portato il rating delle due societa’ da “Near Term Accumulate” a “Neutral”, ha inoltre rivisto in negativo le stime sugli utili per azione di IBM, dove la situazione appare piu’ rischiosa, da $4,93 a $4,87 per l’anno 2001.

“Una diminuzione degli investimenti in tecnologia e le previsioni di lungo termine sui fondamentali di Big Blue – ha scritto Kraemer in una nota indirizzata alla clientela – potrebbero mettere a rischio utili e vendite per il prossimo trimestre e probabilmente per l’intero anno fiscale 2001”.

La situazione – dicono gli operatori – potrebba cambiare e risollevarsi qualora le vendite relative alla nuova versione del mainframe IBM e dei server er l’archiviazione dati riescano a superare le previsioni del mercato.

I due titoli, entrambi componenti dell’indice Dow Jones, stanno esercitando forte pressione su tutto il settore dei computer – da tempo sotto osservazione a causa della recente debolezza delle vendite – e segnano froti perdite: IBM e’ tornato ormai ai livelli dell’aprile 1999, mentre Hewlett-Packard e’ scambiato alla meta’ del massimo storico registrato circa due anni fa.

Hai dimenticato la password?