Parlamento Ue ai governi: “Boicottate i mondiali in Russia”

23 aprile 2018, di Alessandra Caparello

Boicottiamo i mondiali di calcio in Russia. Così alcuni membri del Parlamento Europeo in una lettera aperta scritta da Rebecca Harms, membro del partito dei Verdi tedeschi, in cui invitano i governi dell’Unione europea a non partecipare ai mondiali di calcio FIFA che si terranno in Russia in giugno.

Sessanta i membri del Parlamento europeo provenienti da 16 Stati membri e 5 diversi gruppi politici che sostengono l’appello. Nella lettera si legge dell’avvelenamento di un ex spia russa in Gran Bretagna il mese scorso.

“L’attacco di Salisbury è stato solo l’ultimo capitolo della derisione di Vladimir Putin dei nostri valori europei”.

Nella lettera si citano anche i “bombardamenti indiscriminati di scuole, ospedali e aree civili in Siria; la violenta invasione militare in Ucraina; l’hackeraggio sistematico; campagne di disinformazione; ingerenze elettorali; tentativi di destabilizzare le nostre società e di indebolire e dividere l’UE”.

Lo sport può aiutare a costruire ponti metaforici – si legge nella lettera – Putin sta facendo saltare in aria quelli veri in Siria. Non possiamo fingere che questa Coppa del mondo sia come qualsiasi altro grande evento sportivo. Finché Putin occuperà illegalmente la Crimea, tenendo prigionieri politici ucraini e sostenendo la guerra nell’Ucraina orientale, non possiamo fingere che l’ospite di questo torneo sia il nostro vicino di casa. Per questo, i governi europei non devono dare, presenziando ai Mondiali, il loro sostegno al percorso autoritario e anti-occidentale del presidente russo.

Hai dimenticato la password?