Padre anti virus McAffee: Bitcoin sopra $500.000 in tre anni

18 luglio 2017, di Daniele Chicca

Il prezzo del Bitcoin ha superato un importante ostacolo tecnico e ora si appresta a crescere fino a quota 500mila dollari nel giro di tre anni. Se così non fosse John McAfee, padre del sistema anti virus che porta il suo nome e grande promotore del business delle monete virtuali, ha promesso su Twitter – testuale – che si “mangerà il proprio pene in diretta tv”.

Il programmatore di origini scozzesi naturalizzato statunitense per il momento pare averci preso, con i prezzi che sono saliti di ben il 14% nella sola giornata di ieri. Detto questo ci vorranno tante altre performance come questa per vedere il valore arrivare alla quota astronomica di 500 mila dollari.

Al momento il Bitcoin vale circa 2.200 dollari. Significa che ci vorrebbe un incremento del +22.636% nel giro di tre anni per vedere avverarsi la previsione di McAfeee (e di conseguenza per salvare i suoi genitali).

Le opinioni di McAfeee sulla criptovaluta sono da considerare di parte se si tiene conto del fatto che la sua nuova società MGTI si presenta come uno dei maggiori gruppi di estrazione di monete Bitcoin (‘miner‘) degli Stati Uniti. L’obiettivo dell’azienda – che secondo i dati a disposizione della SEC crea 100 Bitcoin al mese – è di investire in macchine sempre più elaborate e potenti, in grado di creare la moneta virtuale.

MGTI lavora anche allo sviluppo di una piattaforma di mining chiamata Macpool. Si tratta di una mining pool, che offre dunque servizi che permettono di utilizzare la tecnologia del calcolo distribuito per ottenere Bitcoin. Chi si iscrive può servirsi di appositi client per dividere il carico di lavoro delle attività di mining con i computer di altri utenti collegati in remoto.

 

Hai dimenticato la password?