Otkritie bank: il più grande salvataggio nella storia della Russia

30 agosto 2017, di Alessandra Caparello

MOSCA (WSI) – Si tratta del più grande salvataggio di una banca nella storia della Russia quello che sta per arrivare per Otkritie bank, il settimo istituto bancario più grande del paese per attività secondo i dati elaborati da Interfax.

La banca centrale moscovita ha dichiarato di voler sfruttare i propri fondi per diventare investitore nella banca. Otkrite è l’istituto privato più grande del paese con azionisti collegati a grandi entità statali, perciò molti analisti, dinanzi alle perdite della banca, hanno sostenuto che questa era troppo grande e influente per lasciarla fallire.

Da qui l’intervento da parte della banca centrale russa ma il salvataggio desta comunque preoccupazioni in quanto alimenta il timore che altre grandi banche del Cremlino possano avere problemi simili. Quanto intende spendere per il salvataggio, la banca centrale non l’ha detto, certo è che ha dichiarato di prevedere una quota minima del 75% e questo dopo aver valutato la posizione finanziaria della banca. Finora il più grande salvataggio bancario in Russia è avvenuto nel 2011 e ha riguardato la Banca di Mosca.

La banca Otkritie è cresciuta rapidamente negli ultimi anni, sfruttando banche come Monos, fondi non pensionistici e anche il commercio di diamanti. Ma le pratiche commerciali della banca erano discutibili, come ha sostenuto anche il vice presidente della banca centrale, Dmitry Tulin.

“Questa espansione è stata finanziata tramite prestiti ma le operazioni realizzate dalla banca sono legate a rischi molto alti e devono cambiare seriamente”.

Tulin ha reso noto che la banca centrale era a conoscenza dei problemi della banca Otkritie e ha rassicurato affermando di non aspettarsi altre turbolenze nel settore bancario russo nel prossimo futuro.

 

Hai dimenticato la password?