Riciclaggio: famiglia “Fini” a giudizio

30 settembre 2017, di Giovanni Falcone

Riciclaggio: famiglia “Fini” a giudizio

Volge al termine l’indagine sul “re delle slot machine” Francesco Corallo e, con esso, la famiglia dell’ex presidente della Camera dei deputati Giancarlo Fini.

Dalla vicenda della compravendita dell’appartamento di Montecarlo, a suo tempo ereditato da Alleanza Nazionale dalla defunta contessa Annamaria Colleoni e ceduto al cognato dell’ex politico Giancarlo Tulliani al sequestro per circa sette milioni di euro su beni immobili, conti correnti e saldi attivi riconducibili alla famiglia Tulliani, le novità sono parecchie.

Nel contempo sono state anche sequestrate due polizze vita di circa un milione di euro riferibili proprio a Gianfranco Fini.

Al netto delle risultanze investigative e delle prove raccolte nella complessa inchiesta dall’autorità giudiziaria, limitandomi alla sola lettura della cronaca giornalistica di questi anni, credo che il coinvolgimento nel grave reato di cui è accusato sia inconsapevole.

Forse la mia è una convinzione più politica che giudiziaria, auspicando una conclusione più indolore possibile per l’ex uomo politico dalla gravissima vicenda in cui risulta coinvolto.

La Giustizia faccia il suo corso.

Hai dimenticato la password?