Nuovo suicidio a Wall Street, gestore hedge fund si lancia nel vuoto

2 marzo 2017, di Mariangela Tessa

Nuovo caso di suicidio nell’industria della finanza. Kevin Bell, 47 anni, noto trade nell’hedge fund Arrowgrass Capital, si è suicidato lanciandosi dal nono piano del suo appartamento nell’Apthorp, storico palazzo nell’Upper West Side di Manhattan.

Lo ha riferito il NY Post, specificando che Bell era da tempo in cura per una forte depressione.  Secondo il New York Post, Bell ha lasciato una moglie e due figlie. La sua famiglia era in casa quando si è lanciato nel vuoto.

Laureato alla Duke University, Bell ha lavorato per molti anni presso Deutsche Bank. Da circa un anno era invece impiegato presso l’hedge fund Arrowgrass Capital Partners, dove era a capo del Credit Risk.

Questo non è il primo suicidio nel mondo della finanza. Negli ultimi anni, la lista di banker che si sono tolti la vita in circostanze analoghe si è allungata in maniera significativa.

Molti di questi casi vedono coinvolti giovani banchieri, sottoposti a forti stress a causa dei ritmi di lavoro.

Le banche d’affari impongono giornate di lavoro lunghe anche 13-14 ore, per una media che supera facilmente le 60 ore settimanali e talvolta arriva a 90 ore e oltre.

 

Hai dimenticato la password?