Nuova Zelanda, nuova premier Ardern: “Capitalismo ha fallito”

24 ottobre 2017, di Alessandra Caparello

“Il capitalismo è un palese fallimento”, così ha detto il neo primo ministro neozelandese Jacinda Ardern. Classe 1980, la Arden è il leader più giovane della nazione dal 1856 ed entrerà in carica il mese prossimo, dopo che il partito populista neozelandese ha accettato di formare una coalizione di centro-sinistra.

Il 23 settembre scorso i neozelandesi sono stati chiamati alle urne per le elezioni nazionali che però si sono concluse senza un chiaro vincitore. New Zeland First, partito populista di destra che ha ottenuto nove seggi divenendo così determinante nella formazione di una coalizione di maggioranza necessaria per governare, ha stretto unraccordo con il Partito Laburista guidato dalla giovane Ardern dando vista così alla necessaria coalizione di governo.

La Ardern è stata nominata primo ministro e tra le promesse indicate in campagna elettorale l’aumento del salario minimo, l’introduzione nella legge degli obiettivi di riduzione della povertà infantile e la costruzione di migliaia di case a prezzi accessibili. Ma è nella sua prima intervista da premier al programma di attualità The Nation, che la giovane 37enne Ardern dà la sua idea, chiara e lucida, del capitalismo.

“E’ un palese fallimento. I livelli di senzatetto e bassi salari sono una prova che “il mercato ha fallito” (…) Se si hanno centinaia di migliaia di bambini che vivono in case inadatte per la sopravvivenza, questo è un palese fallimento (…)  le misure usate per misurare il successo economico devono cambiare per tener conto della capacità delle persone di avere effettivamente una vita significativa, una vita divertente, dove il  lavoro è sufficiente per sopravvivere e sostenere le loro famiglie. Quando si ha un’economia di mercato, tutto dipende dal fatto che si riconosca o meno dove il mercato ha fallito e dove è necessario intervenire. Ha fallito il nostro popolo negli ultimi tempi? Sì. Come si può affermare di aver avuto successo quando si ha una crescita all’incirca del tre per cento, ma si ha la peggiore condizione dei senzatetto nel mondo sviluppato?”.

 

Hai dimenticato la password?