Nonostante uragani, Brexit e Corea del Nord, utili mondiali a gonfie vele

20 ottobre 2017, di Mariangela Tessa

Nonostante gli uragani, la Brexit, la crisi nordcoreana i gruppi industriali mondiale sembrano godere di ottima salute. In attesa che nelle prossime settimane venga fatto il bilancio completo del terzo trimestre, gli analisti scattano una fotografia della situazione attuale e mettono a punto le loro stime.

Il contesto macro mondiale in cui le società stanno pubblicando i conti è “molto solido” secondo Sean Taylor, analista di Deutsche Asset Management. Non è un caso che la scorsa settimana il Fondo monetario internazionale abbia rivisto al rialzo le stime sul Pil degli Stati Uniti, area euro, Giappone e Cina.

In queste circostanze giganti cinesi hi-tech cinesi del calibro di  Tencent Holdings e  Alibaba Group hanno anticipato utili in rialzo del 45%. Una percentuale che in Europa è stata mostrata da gruppo del lusso elvetico Richemont,

Finora intanto i gruppi dello S&P 500 che hanno alzato il velo sul bilancio del terzo trimestre, tra cui Goldman Sachs e Johnson & Johnson, hanno battuto le stime degli analisti.

Gli analisti prevedono che nel terzo trimestre gli utili delle società dello S&P 500 si attesteranno in media intorno al 3,1% mentre per l’Europa le stime di Jp Morgan sono per un aumento nello stesso periodo del 6%

In Asia, dove sono stati giàresi noti i bilanci del terzo trimestre di 43 società, le stime di Jp Morgan indicano un aumento medio degli utili addirittura del 21%.

Hai dimenticato la password?