Wall Street ripiega dai livelli record dopo dati macro e trimestrali

12 ottobre 2017, di Daniele Chicca

Dopo la pubblicazione delle trimestrali di Citigroup e JP Morgan, Wall Street apre le contrattazioni in calo ripiegano dai record storici realizzati la vigilia. Il Nasdaq cede lo 0,2% a 6.594 punti, il Dow Jones perde 30 punti a quota 22.842, mentre l’indice allargato S&P 500 scivola dello 0,1% in area 2.551. I ricavi di Citigroup sono cresciuti del 2% (a $18,17 miliardi dai 17,76 miliardi di un anno prima, più dei 17,896 miliardi previsti), favoriti da un balzo della divisione investment banking e dai buoni risultati dei servizi bancari ai privati.

La prima banca Usa per numero di asset gestita da Jamie Dimon ha fatto meglio delle stime sul fronte degli utili e del fatturato, ma preoccupa il calo netto dei ricavi provenienti dalle attività di trading. Pesa anche il ribasso dell’1,67% di General Motors, dopo che la casa automobilistica ha annunciato tagli al personale negli stabilimenti “di casa” a Detroit. Tra i dati macro, da segnalare il risultato migliore del previsto delle richieste di sussidio di disoccupazione settimanali: quelle continuative sono scese ai minimi dal 1973.

Hai dimenticato la password?