Usa: Rio Tinto e due ex manager accusati di frode

18 ottobre 2017, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Rio Tinto e gli ex Chief Executive Thomas Albanese e chief financial officer Guy Elliott accusati di frode dalla Sec, l’autorità di controllo dei mercati finanziari Usa.

Il colosso minerario anglo-australiano avrebbe gonfiato il valore degli asset nel carbone in Mozambico, nascondendo informazioni critiche mentre cercava di vendere le attività. Secondo la Sec Albanese ed Elliott non rispettarono i principi contabili per valutare accuratamente le attività.

Hai dimenticato la password?