Stati Uniti, esclusa da riforma fiscale tassa su importazioni delle multinazionali

8 novembre 2017, di Livia Liberatore

Nella riforma fiscale del Senato degli Stati Uniti non ci sarà una controversa imposta sulle importazioni delle multinazionali. Lo riferiscono tre fonti vicine alla questione sentite da Cnbc. La tassa è un’importante fonte di ricavi, circa 155 miliardi di dollari in un decennio, e riscuote l’opposizione in particolare del gruppo di advocacy conservatore Heritage Action che la definisce una “tassa di aggiustamento alle frontiere”. Riguarda gli acquisti delle filiali statunitensi di imprese multinazionali dalle loro controparti all’estero.

Hai dimenticato la password?