Siria, Usa falsificano documenti per armare ribelli anti-Isis (2,2 miliardi)

13 settembre 2017, di Alberto Battaglia

Un flusso di armi finalizzato a dare manforte ai gruppi anti-Isis attivi in Siria: proviene dall’Europa dell’Est ed è a spese del Pentagono. Lo ha documentato il gruppo di giornalisti indipendente Balkaninsight. Dal 2015 sarebbero 700 i milioni di dollari destinati ai ribelli, secondo le stime.  I dati, che provengono dai database pubblici federali, prevedono una spesa che al 2022 potrebbe toccare 2,2 miliardi di dollari. L’acquisto delle armi, secondo quanto scrivono i reporter, non viene direttamente indicato come destinato all’uso da parte dei ribelli siriani. Il Pentagono a replicato che il trasferimento delle armi destinate all’esercito Usa ai gruppi anti-Isis fa parte del “programma di sicurezza”.

Hai dimenticato la password?