Senato approva scudo pubblico da 20 miliardi per le banche italiane

21 dicembre 2016, di Daniele Chicca

Con 221 voti favorevoli, 60 contrari e 3 astensioni il Senato ha approvato la richiesta del governo Gentiloni di innalzare di 20 miliardi di euro il debito pubblico per poter finanziare eventuali interventi a sostegno delle banche. L’autorizzazione a un aumento del debito richiede la maggioranza assoluta delle aule parlamentari che nell’aula di Palazzo Madama è di 161 voti.

La prima delle banche che potrebbe beneficiare del piano è Mps, il cui aumento di capitale da 5 miliardi di euro sta per fallire. Se l’operazione non andrà in porto domani, scatteranno gli aiuti pubblici. Questo significa, stando alle direttive Ue, che a pagare saranno anche obbligazionisti e azionisti subordinati di Mps.

 

.ni.

Hai dimenticato la password?