Petrolio sale: “uragano peggiore di sempre” sta per avvicinarsi alle coste Usa

12 settembre 2018, di Daniele Chicca

Tra le materie prime, le quotazioni petrolio si stanno apprezzando con i contratti sul Brent e sul WTI che estendono i rialzi della prima parte di giornata. Il motivo principale è la paura per l’impatto che l’uragano Florence, che potrebbe essere “il peggiore della storia” secondo i meteorologi, avrà sull’offerta di petrolio.

L’uragano sta crescendo man mano che si avvicina allo Stato americano della Carolina del Nord. Il contratto sul Brent sale dello 0,2% a quota $79,25 al barile.

Hai dimenticato la password?