Petrolio: prezzi rimbalzano dopo annuncio del Qatar e tagli decisi dal Canada

4 dicembre 2018, di Alessandra Caparello

Prezzi del greggio in crescita di oltre il 2 per cento sulla scia dei tagli previsti dall’uscita del Qatar dal cartello dei produttori OPEC e di una riduzione obbligatoria dell’offerta canadese.

In Canada in particolare  la provincia dell’Alberta, patria delle oil sands, ha imposto alle compagnie locali una riduzione dell’output di 325mila barili al giorno. I contratti sul greggio Wti con scadenza a gennaio guadagnano 66 centesimi a 53,61 dollari al barile.

Il mercato sembra orientato positivamente in seguito agli sviluppi del G20 e in vista della riunione dell’OPEC di giovedì. L’impegno della Russia a cooperare con l’Arabia Saudita e raggiungere un accordo nel prossimo incontro dell’OPEC ha sicuramente sollevato gli spiriti.

Così alla Reuters lo stratega delle materie prime di BNP Paribas, Harry Tchilinguirian.

 

Hai dimenticato la password?